Get a site

Geo-storia amministrativa dello Stato della Chiesa

Lo Stato Pontificio nel 1816

Roma_resta1 (125K)

La cartina mostra lo Stato Pontificio secondo i dati del Riparto Territoriale del 1817, successivo alla riorganizzazione territoriale di Pio VII (1816) dopo la parentesi napoleonica.

Rispetto al 1786, le antiche provincie sono state sostituite da 18 Delegazioni, gerarchicamente distinte in tre classi (la Comarca di Roma non ha classe).

La provincia di Frosinone (Campagna e Marittima) ha acquisito dal Lazio Trevi (abb. di Subiaco), Lugnano (dioc. di Palestrina) e l'intera diocesi di Velletri (Velletri, Cisterna, Cori, Giuliano, Norma e Roccamassima).

La provincia di Roma (Lazio) ha inoltre acquistato dalla Sabina Palombara, Mentana e Monterotondo (dioc. di Sabina); le ha ceduto Vivaro, Vallinfreda, percile, Licenza, Riofreddo, Cantalupo Bardella e Scarpa (dioc. di Tivoli); ha acquistato dal Patrimonio Castelnuovo, Riano, Castel di Guido, Isola Farnese, Cesano, Galera (dioc. di Porto), Bracciano, Trevignano e Anguillara (dioc. di Sutri), Campagnano, Formello, Scrofano, Magliano, Mazzano, Morlupo e Fiano (dioc. di Nepi), Rignano (dioc. di Civita Castellana), Leprignano, Civitella e Nazzano (abb. di S. Paolo).

La provincia di Viterbo (Patrimonio) ha inoltre ceduto a quella di Civitavecchia Canino (dioc. di Acquapendente), Oriolo, Civitella Cesi, Montalto, Toscanella e Civitavecchia (dioc. di Viterbo), Tessennano, Arlena e Corneto (dioc. di Montefiascone), Tolfa con Allumiere, Canale, Manziana (dioc. di Sutri), Cerveteri, S. Marinella, S. Severa, Palo e Castel Giuliano (dioc. di Porto), Monte Romano (osp. di S. Spirito); ha ceduto all'Umbria S. Venanzio (dioc. di Orvieto) e Lugnano (dioc. di Amelia).

La provincia di Rieti (Sabina) ha inoltre acquistato dall'Umbria Calvi e Configni (dioc. di Narni).

La provincia di Perugia (Umbria) ha inoltre ceduto a quella di Spoleto le diocesi di Spoleto, Amelia e Terni e dell'abb. di Ferentillo, la diocesi di Narni tranne Calvi e Configni, nonché Gualdo Cattaneo e Acquasparta (dioc. di Todi), Cannara e Bettone (dioc. di Assisi); ha acquistato da quella di Urbino Valfabrica (dioc. di Assisi); ha ceduto a quella di Macerata Sassoferrato (dioc. di Nocera); ha ceduto a quella di Ascoli Arquata.

La provincia di Urbino e Pesaro ha acquistato dalla Marca il Governo di Fano (Fano, Cartoceto, Serrungarina, Saltara, Ripalta, Pozzuolo, Montegiano, Bargni, Isola, Sorbolongo).

La provincia di Ferrara ha ceduto al Veneto la Transpadana ferrarese (Melara, Bergantino, Massa superiore, Calto, Ceneselli, Salara, Giacciano, Trecenta, Bagnolo, Ficarolo, Gaiba, Stienta, Sariano, Occhiobello, Santa Maria Maddalena, Crespino, Papozze, Canalnovo, Villanova Marchesana, Corbola, Ariano).